Top
 

Progetto Healthy Habits

Strategie per il cambiamento sostenibile delle abitudini

PROGETTO

di David Mariani

Healthy Habits® è il primo  programma per indurre il miglioramento sostenibile delle principali abitudini partendo dalla sedentarietà .

Sviluppato in 41 anni di lavoro da David Mariani  e dal suo staff sanitario con la collaborazione di centinaia di medici psicologi nutrizionisti allenatori e uomini di culto di diverse nazionalità.

Il metodo agisce sui 4 pilastri evolutivi , attività fisica, alimentazione, ambiente e socialità-psicologia utilizzando una strategia innovativa  mutuata dalla psicologia sociale  e dalle neuro scienze privo   di divieti basato al contrario su aggiungere e non levare e sull’individuazione e amplificazione della motivazione esistente.

Un percorso guidato di self empowerement  che permette alla persona di vivere il cambiamento come qualcosa di piacevole e semplicemente applicabile.

Risponde perfettamente con approccio  metodologico alle raccomandazioni che l’OMS ha dato  nell’action plan 2018-2030 “MORE ACTIVE PEOPLE FOR HEALTIER WORLD” relativamente alla creazione di  nuove metriche di valutazione per la salute e nuovi programmi per riattivare i sedentari.

É uno strumento potentissimo nelle mani di medici infermieri psicologi nutrizionisti.. per integrare e aumentare la loro compliance con i pazienti grazie ad un modello comunicativo innovativo in grado di abbassare la reattanza psicologica e alla semplicità con cui viene recepito dai pazienti.

Il metodo Healthy Habits® grazie ai suoi test sviluppati seguendo le linee guida delle principali associazioni mondiali che sovrintendono alla salute fornisce alla sanita alle aziende e alle persone uno strumento di analisi oggettivo con forte potere predittivo grazie ai grandi studi scientifici che hanno dimostrato la connessione tra abitudini personali e salute futura.

Il metodo è stato verificato su persone sane, malate ,di diverse classi sociali e con diverse mansioni lavorative  fornendo risultati molto incoraggianti.

Il risultato atteso è indurre il miglioramento delle abitudini attraverso l’introduzione progressiva di strategie per minimizzare lo sforzo di volontà necessario al cambiamento , uno strumento concreto immediatamente applicabile ,previa formazione, di prevenzione primaria secondaria e terziaria.

p

La ricerca scientifica e la nostra esperienza hanno dimostrato che con stili di vita adeguati si possono ottenere i seguenti risultati :

  • Allungamento della durata della vita ( morire sani a 100/110 anni è un obbiettivo possibile )
  • Prevenzione della maggior parte delle malattie
  • Possibile regressione di patologia già in atto
  • Diminuzione drastica dei costi sanitari diretti ed indiretti
  • Autosufficienza dell’anziano nella terza e quarta età
  • Ritardo del declino cognitivo
  • Peso corporeo stabile per tutta la durata della vita
  • Potenziamento della capacità di auto cura dell’organismo
  • Minore probabilità di soffrire di ansietà e depressione
  • Ottenimento di un grande equilibrio psicologico grazie alla conoscenza dei meccanismi che regolano i processi mentali e l’utilizzo del cervello
  • Migliore consapevolezza alimentare per fornire il cibo giusto al momento giusto variando in base ai bisogni e alle stagioni della vita.
  • Migliore consapevolezza fisiologica grazie all’esercizio psico-fisico quotidiano
  • Vivere una vita sociale e relazionale più soddisfacente

La linea della Vita

La linea della vita è una infografica pensata per informare le persone e renderle consapevoli di come le abitudini, buone o cattive, possano influenzare il nostro futuro. Sono infatti i nostri comportamenti a decidere per l’80% le sorti della nostra salute futura.
Nella linea in alto sono visualizzati i comportamenti virtuosi e le loro conseguenze positive in basso al contrario sono indicate le principali conseguenze di uno stile di vita sbagliato.
Le cattive abitudini sono infatti un veleno a lenta cessione, non hanno effetti acuti sull’organismo ma ci indeboliscono e avvelenano lentamente, ma inesorabilmente, e quando il problema si manifesta ci troviamo costretti a vivere una vita da malati e quindi menomata e mortificata.

La semplificazione alimentare

La semplificazione alimentare è un modo semplice immediato e facilmente comprensibile per far evitare alle persone i grandi errori alimentari. Non è infatti una dieta ma solo un modo per rendere le persone consapevoli al momento dell’acquisto del cibo, che, giova ricordarlo è il momento più importante di tutti…. è quello il momento in cui dobbiamo usare la volontà e l’intelligenza riempiendo il carrello con le percentuali indicate nella grafica.
La finalità della semplificazione alimentare è di indirizzare le persone verso l’acquisto di cibi salutari e contemporaneamente dare loro indicazioni chiare e semplici sulle caratteristiche e le conseguenze che i cibi hanno sul nostro organismo.

Healthy food

Puoi mangiarli senza pensieri

  • Verdure e crucifere di qualunque tipo ( cavolo ,verza, finocchi, lattuga, zucchine, sedano, ravanello) comprese erbe e insalate di campo (porcellana, cicoria vera, bardana..)
  • Semi oleaginosi ( lino, sesamo,zucca,canapa..)
  • Frutta fresca e frutta secca a guscio (seguendo la stagione ,senza eccedere)
  • Pesce meglio se di profondità e pesci piccoli (merluzzo, nasello, acciughe, sgombro…)
  • Legumi di stagione (piselli, fagioli, fagiolini, lenticchie, ceci, soia con moderazione, ecc)
  • Yogurt, se possibile fatto in casa, kefir di latte vaccino o vegetale
  • Alghe  (salvo controindicazioni mediche)
  • Latte vegetale con moderazione (mandorle, soja, riso)

Energy food

Da consumare in quantità legata al dispendio energetico giornaliero

  • Olio extra vergine di oliva.
  • Cereali integrali, quindi non raffinati (orzo, farro, miglio, avena, amaranto, segale, grano saraceno)
  • Pasta di grando duro o integrale (possibilmente di grani antichi)
  • Riso integrale o basmati , riso bianco raffinato con moderazione *
  • Patate, biscotti integrali e a basso contenuto di grassi e zuccheri.
  • Pane integrale * , pane ai cereali, pane di farine 1 e 2, pane di segale, pane carasau e pane azzimo.
  • Dolci fatti in casa con zucchero integrale di canna non raffinato e farine non raffinate.
  • Marmellate o composte a basso contenuto di zucchero ( meglio se artigianali)
  • Gelato artigianale a basso contenuto di zucchero.
  • Miele grezzo artigianale.

Power food

In ordine dal piú consigliato al meno consigliato (da consumare con moderazione ed in quantità anche legata alla fascia di età)..

  • Carni bianche pollo tacchino coniglio
  • Pesce spada tonno e squaloidi in genere gamberetti crostacei e molluschi
  • Cioccolato ad alto contenuto di cacao, Uova intere, carni rosse magre, latte, latticini e formaggi meglio se magri
  • Cacciagione, carni rosse grasse insaccati, affettati, interiora
  • Lardo, grasso, strutt, burro e panna

Junk food

Sconsigliato sempre

  • Cibo industriale
  • cibi precotti
  • biscotti e prodotti da forno industriali ad alto contenuto di zuccheri e grassi tipo merendine, caramelle, cioccolato inferiore all’85% di cacao
  • cibi da asporto, preparati industriali e alimenti geneticamente modificati
  • farine bianche raffinate
  • bibite zuccherate

Raccomandazioni: Evitiamo bevande e cibi troppo dolci, per i bambini questa raccomandazione diventa Fondamentale per la loro salute futura.
Riabituiamoci a mangiare cibi dal gusto delicato e naturale, limitiamo il sale che uccide i sapori, usiamo le spezie per insaporire e ritroviamo il piacere di preparare noi il cibo per la famiglia.

ACCETTA I SUGGERIMENTI DELLA NATURA…SEGUI LA STAGIONALITÁ DEI CIBI

Nota finale:
Pensa sempre di fronte ad una scelta…si sbuccia o si scarta?
Quello che si sbuccia qualcuno lo ha fatto per noi…(per nutrirci)
Quello che si scarta qualcuno lo ha fatto per se…(per guadagnarci)

COMPOSIZIONE IDEALE DELLA SPESA